Cerca

I magistrati marionette agitate dai convulsi fili del potere politico-economico

Caro Direttore, non voglio difendere nessuno, non ne ho i titoli e l'abilitazione, lo farei fino allo stremo secondo la mia obiettiva coscienza civile immune da ogni corruzione, ma sono nauseato da tanto evidente unilaterale abuso persecutorio di una magistratura collusa con i poteri forti che allo stesso tempo permette ai suoi iscritti all'albo di gridare minacciosi il rispetto della legge per poi ricattare in cambio di potere esclusivo al governo,per arricchirsi illecitamente, non contenti dello stipedio ricevuto immeritatamente. Per esperienza, ho una figlia che da 10 anni è dissanguata da avvocati e magistrati (corrotti dalla parte avversa),che non portano a termine una sentenza favorevole a termini di legge. Ed è risaputo che in tutti i partiti ci sono colpevoli di frode, di corruzione, di apppropriamento indebito, di orditi complotti di potere, ma la magistratura italiana ignora tutto per sviluppare i propri calcoli. E' un'ignominia, dovrebbero fare come qualcuno che conosco io che si è messo in pensione all'età minima di servizio e tornare a zappare la terra paterna per sentirsi uomo libero e scrollarsi di dosso il fetore subito per induzione e per essere definito meritevole di essere uomo...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog