Cerca

KYENGE: MINISTRO DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Egr. Direttore,le "USCITE" della ministra kyenge,mi convincono sempre di più che è partita col piede sbagliato."OGNI CONFRONTO,E'UTILE,PURCHE'AVVENGA NEL RISPETTO DELLE REGOLE"Ecco brava,cominci Lei a rispettare le regole,se vuole proporsi d'esempio,a coloro che vogliono far parte della cittadinanza italiana.La Sua proposta "ABOLIRE IL REATO D'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA" non è accettabile in un paese dove chiunque è registrato con nome,cognome,luogo di nascita e residenza,accompagnato pure da una "FEDINA" che,certifica il proprio vissuto.Anche perchè se accettata,così come Lei propone,diventerebbe inconciliabile,la stessa esistenza del Suo Ministero.Un consiglio all'on. Ministro:Se proprio le sta a cuore il futuro dei Suoi connazionali,usi l'opportunità che l'Italia le ha dato,spenda il Suo tempo (pagato dai contribuenti italiani) per insegnare loro i DOVERI,prima di pretendere DIRITTI.E poi,lasci stare gli insulti degli italiani,le offese che le potrebbero arrecare,non saranno mai,paragonabili al dolore delle famiglie di quei 13 aviatori italiani,in missione di pace ONU,trucidati a Kindu,correva l'anno 1962.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog