Cerca

Travaglio, torna a scuola!

In merito alla condanna in appello di Berlusconi, il sig. Marco Travaglio, nel suo editoriale de "il Fatto Quotidiano" del 9 maggio 2013, afferma che "i fatti sono definitivamente accertati", visto che la Cassazione può valutare solo i profili di legittimità. Travaglio vorrebbe cioè far intendere ai suoi lettori che ormai il reato è acclarato ed a Berlusconi rimane solo da sperare nel cosiddetto "cavillo giuridico" per ottenere l'annullamento della condanna. In altre parole dice: da questo momento in poi, indipendentemente da come finisca l'ultimo grado di giudizio, è ufficialmente acclarata la colpevolezza di Berlusconi per il reato di frode fiscale. Niente di più falso. E infatti, se è vero, come è vero, che la Suprema Corte tratta solo questioni di legittimità, è tuttavia totalmente errato affermare che da ciò consegua che con la sentenza di appello "i fatti sono definitivamente accertati". Poniamo l'esempio di una persona che in appello è stata condannata all'ergastolo per un omicidio. L'imputato ricorre in Cassazione sostenendo che un determinato fatto è stato erroneamente (o illegittimamente) fatto assurgere al rango di "prova". In un caso del genere, un'ipotetica pronuncia della Cassazione favorevole al ricorrente determinerebbe una conclusione opposta rispetto al ragionamento di Travaglio: e cioè che il reato non è stato dalla Corte di Appello "definitivamente accertato" ma "erroneamente accertato". Al contrario, e ragionando alla "Travaglio", dovremmo affermare che ormai è definitivamente accertata l'innocenza di Amanda Knox, Raffaele Sollecito o Alberto Stasi, i quali potrebbero però subire un ribaltamento di giudizio solo per formalismi giuridici. Ma sostenere questo è una bestialità! Resta quindi un dato incontrovertibile: l'affermazione di Travaglio è frutto di ignoranza (giuridica). O di mala fede. E questo sarebbe ancora più grave, soprattutto in un momento di fermento e malumore sociale come questo. avv. Italo Palmara

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog