Cerca

ROMA 12 MAGGIO 2013: LA CANONIZZAZIONE DEGLI 800 BEATI MARTIRI D'OTRANTO ANTONIO PRIMALDO E COMPAGNI

Dischiudete gli occhi, cari fratelli eroici nel Signore, ridestatevi! In questa mattinata di maggio romano, il sole splende ma non abbacina la vista. Suonano a festa le campane della Casa di Pietro, espandono rintocchi speciali, di letizia e, soprattutto, dedicati a noi. Sì, giacché, oggi, è la nostra Pasqua culminante, la consacrazione dei nostri umili nomi alla gloria universale dei credenti cattolici. Intorno e su di noi, non più schiere armate, catene e scimitarre, bensì cortei di verdi palme e distese d’argentei ulivi, fra profumi di alghe e miele. Si trovano lontane, assai lontane da qui le onde cristalline dell’amata patria terrena che ci dette i natali, ma, nella circostanza, sembra che gioiscano anche loro, raggiungendoci e lasciandoci udire il loro sciabordio leggero. Disponiamoci, ora, alla carezza benedicente del successore di Simon Pietro, appena arrivato, con un pensiero d’affetto pure all’indirizzo del Pastore che l’ha preceduto e che, come suo ultimo atto, ha voluto decretare quest’evento in nostro onore. Vostro Antonio Primaldo Pezzulla Piazza S. Pietro, 12 maggio 2013 Rocco Boccadamo Lecce e.mail: rocco_b@alice.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog