Cerca

Doppi incarichi

Buongiorno, sono una semplice cittadina che scrive per segnalare la mancanza totale sui giornali (e nei programmi televisivi) del tema dei doppi incarichi sperando che venga da voi preso in considerazione. Come mai in un momento in cui viene posta attenzione massima alla corretta esecuzione degli incarichi ed alla "responsabilizzazione" della politica nessuno dice che tantissimi fra Senatori e Deputati sono anche Ministri, Viceministri, Sottosegretari, Consiglieri Comunali/Regionali, Assessori Regionali/Comunali o addirittura Sindaci??? Il nuovo governo Letta prevede che i Ministri non prendano lo stipendio da Ministro ma quello da parlamentare....praticamente vengono pagati per fare il lavoro che non fanno (quello del parlamentare) ed in realtà non vengono pagati per fare il lavoro che fanno (i ministri). Non è assurdo? Pur di tenersi tutte e due le poltrone sono disposti a qualunque cosa ...Dietro la storia dell' unico stipendio (sarebbe da capire se l' eliminazione dello stipendio si riferisce solo a quello "base" oppure anche a tutti gli altri benefit ad esso collegato) viene celata una realtà a cui, forse, nessuno pensa: non potrebbe essere che una delle ragioni per cui i governi italiani durano poco, rispetto a quelli di altri Stati, stia proprio nella possibilità di ricoprire, contemporaneamente, il ruolo di parlamentare e quello di ministro (e/o similari)? Rendendo vulnerabile il governo, proprio perchè i parlamentari hanno la possibilità di far cadere, o ricattare, la maggioranza in cambio di un posto nel governo, di ministro o di sottosegretario, senza compromettere il loro ruolo di parlamentare. Rendere incompatibili i due incarichi, potrebbe garantire qualche ripensamento in piu', prima di prestarsi al "voto di cambio" (di governo). Possibile che nessuno si senta in dovere di affrontare questi tempi e chiedere a questi signori come mai non rinunciano ad uno dei due ruoli? Perché almeno per una volta non fanno un gesto di etica e si dedicano a fare bene il lavoro per cui sono stati nominati? Quando trova un ministro/viceministro/sottosegretario il tempo di andare in parlamento/giunta a seguire "la quotidianità"? Però poi magari trova il tempo per esprimere il suo voto quando serve "guidare" un risultato... Spero che qualcuno abbia il coraggio di pubblicare o almeno affrontare (anche in maniera più qualificata di me che , non essendo una professionista, esprimo solo un parere personale) queste considerazioni aprendo un dibattito serio su questo argomento. Ringraziando per l'attenzione, saluto cordialmente Claudia (Roma)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog