Cerca

Equitalia e arroganza

Egr. Direttore, volevo chederle se in un paese civile, quale si definisce l'Italia, un lavoratore autonomo come nel mio caso, lavoro come agente di commercio monomandatario, puo' trovarsi per 9 mesi le provvigioni completamente pignorate e non avere dal mostro Equitalia una risposta per i ricorsi fatti e l'arroganza e la prepotenza e la mancanza di alcunche' di umano della direttrice dell'Aquila,e della dipendente di Sulmona, non ho parole per questo comportamento,son dovuto ricorrere al giudice, che, mi auguro possa fissare l'udienza al piu presto. Ci si preoccupa di tutto quello che riguarda i benefici della casta ma in queste situazioni noi non siamo nessuno. La famiglia i figli, non vengono considerati, l'arroganza e la prepotenza di chi dovrebbe essere dalla parte del cittadino, vengono meno e non e' l'ente Equitalia di per se' ma ripeto l'arroganza e la maleducazione di chi lo gestisce credendo di essere padreterno. Mi auguro che la loro presunzione possa avere al piu presto la giusta punizione. Cordialmente saluto Lucio Rivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog