Cerca

Parte del sistema Giustizia va male,anzi MALACCIO...

Le "incongruenze" della giustizia italiana,così come viene amministrata in certi tribunali e quando il soggetto dell'inchiesta è Silvio Berlusconi,mai sono apparse così evidenti come nel processo chiamato "Ruby". Testimoni che i suoi avvocati volevano portare a sua discolpa "rifiutati",gli "eventuali" reati commessi nella Provincia di Monza assegnati a quella di Milano,la PM Boccassini,coordinatrice dell'inchiesta,"specialista" in Mafia che si abbassa a curarsi di cosucce simil-sessuali (un pò come se il PM Ingroia accettasse di occuparsi di ladruncoli dei supermercati...) l'accusato e l'"eventuale" danneggiata che negano di aver avuto qualsiasi tipo di rapporto sessuale (erano forse sotto il letto ad "annusare" il misfatto,i PM o qualche loro emissario?),la "danneggiata" che non viene ascoltata perchè,quando convocata,era in Messico. E,a corollario della pantomima,gli accusatori che pare provino un piacere sessuale da guardoni discettando sulla statuetta che si autodenuda premendo un pulsante. Sì,se la Giustizia italiana agisse tutta in questa maniera (ma non è certo così)avrebbe davvero ragione Berlusconi,saremmo messi male,molto male.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog