Cerca

LA GIUSTIZIA ED IL SUO MALE OSCURO

Si chiama Politica, politicizzazione, Potere, e si esprime nella discrezionalità, tutelata costituzionalmente, e nell' occhio con cui il giudicante guarda all' imputato : vale la massima " il delinquente comune è tale per colpa della società ingiusta e quindi bisogna indulgere" e poi " mai contro i centri sociali". Così vediamo imputazioni derubricate o caricate, attenuanti generiche generose, poche "direttissima" e processi lunghi tanto da arrivare a prescrizione, molti "piede libero" che finiscono nel nulla, permessi benevoli, pene valutate non per il delitto in se ma per lo stato sociale dell'imputato e così via all' infinito. Vediamo assassini in libertà dopo pochi anni ed altri, a parità, trattati con una severità sorprendente, vediamo a volte abusi o forzature, mai censurate dall' autogoverno. Riassumendo, manca la certezza del diritto in uno Stato che va perdendo le caratteristiche d' essere " di diritto ".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog