Cerca

lettera al ceto politico italiano

E' con profonda tristezza che prendo ormai difinitivamente coscienza che siamo un paese arretrato, da molti, troppi punti di vista. Siamo indietro, stiamo arretrando, non c'è innovazione tecnologica, non c'è innovazione scientifica, non c'è futuro, non c'è cultura e giovani e meno giovani prendono ogni giorno in considerazione di emigrare. Scellerato ceto politico, insulso, ignorante, incapace, gretto che da almeno 30 anni si è disinteressato al futuro dell'Italia, che dovrebbe essere l'oggetto primo del loro mandato, perchè è rimasto concentrato, incastrato nella bieca logica dei giochi di potere, dei giochi delle spartizioni delle poltrone, della delinquenziale preoccupazione per i problemi giudiziari, del miope e lurido interesse di partito..... Avete una responsabilità enorme sulle vostre spalle, c'è un intero paese che grida vendetta, ci sono i morti suicidi per disperazione che gridano vendetta, ci sono i giovani che con la loro purezza, istintivamente vi disprezzano, vi evitano, vi ignorano. Siete la nostra vergogna. Siete la nostra vergogna di fronte al mondo intero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog