Cerca

"GIORGIO PER NOI"

0
Caro Direttore:"Meno male che Giorgio Napolitano c'è". Non è una canzone di partito ma una constatazione.Facciamo il punto della situazione: 1) Grillo non è sconfitto. Le elezioni amministrative sono elezioni in cui il radicamento dei partiti tradizionali crea le condizioni adatte ad un'affermazione di questi ultimi. I "favori",le "promesse",le"raccomandazioni" dei vecchi volponi della politica mietono vittime.2)PD e PDL sanno che il presidente Napolitano non arriverà a svolgere l'intero mandato anche per motivi anagrafici.Inoltre con la rielezione ha riacquisito il potere di sciogliere le camere.3)Se nel movimento di Grillo si "aggiusta il tiro"(ad esempio:reddito di cittadinanza a 300 euro anzichè 500, più libertà di parola e più presenze in TV),per gli altri partiti la vedo brutta alle prossime politiche.Basta guardare i referendum sul blog grillino e scoprirete una vera "macchina da guerra"poco gioiosa per gli avversari.Conclusione:amici di PD e PDL,non prendetci più in giro col numero dei parlamentari, le auto blu, le province, le pensioni d'oro, rimandando sempre alle calende greche.La "porcata" della legge Fornero contro i lavoratori e pensionati l'avete votata in 5 giorni.Fate altrettanto in fretta a rimediare! Noi restiamo in attesa, con quella faccia un po' così, quell'espressione un po' così, ma sempre più incazzati!

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media