Cerca

A PROPOSITO DEL GOVERNO INCARICA.

Gentile Direttore, premesso, che è inutile girare intorno al problema senza risolverlo, quest’ultima legislatura è nata male, neanche “settimina”. Poi è incominciata col piede sbagliato, come del resto la nostra Repubblica nel ’45, con quella ridicola costituzione che solo a sinistra è letta “bene”, anzi è indicata come la più bella del mondo. Un po’ come le lodi sperticate all’operato del governo Monti, che certa stampa allineata continua a incensare, mentre nella realtà, per fare una similitudine, ha solo salvato i deportati dalla camera a gas, per poi farli fucilare alle spalle. Naturalmente, questa ridicola affermazione, trova ampi consensi solo a sinistra, dove il termine costituzione è sconosciuto e assente dal loro vocabolario. Questo governo è stato preceduto dalle assurde elezioni dei due presidenti: Boldrini e Grasso. La prima sta rivalutando quel Fini al quale dovrei appioppare un aggettivo troppo offensivo per squalificarlo, mentre il secondo proviene da quella magistratura che, almeno per me, è la nostra peggiore istituzione. Questa sottospecie di democrazia parlamentare con la quale conviviamo è di netto stampo comunista, perché per impadronirsi del potere politico, ha demonizzato prima le Forze Armate e quelle dell’Ordina, tentando di abolire le prime e disarmare le seconde, poi ridicolizzando gli avversari con accuse da Kremlino/Stalin/Togliatti, tentando, con l’aiuto delle onlus/centri sociali, di demonizzare tutto quello che potrebbe contrastare la loro presenza. E tutto questo utilizzando denaro pubblico. Cordialmente. Giovanni Bartolozzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog