Cerca

VILIPENDIO-IMMUNITA'-NON NE PARLIAMO NEMMENO.

Caro Direttore:Penso che i popoli della terra siano tutti fratelli e a proposito voglio leggervi la prima parte dell'articolo 3 della nostra costituzione che io amo moltissimo:"tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge,senza distinzione di sesso,di razza,di lingua,di religione,di opinioni politiche,di condizioni personali e sociali".Tutti eguali quindi,dal più grande al più piccolo,dal faraone allo schiavo d'Egitto,dall'imperatore al suddito,dal capitalista al miserabile. Tutti eguali,come tutte egualmente sbagliate quelle leggi che privilegiano qualcuno dei suddetti cittadini.Il "vilipendio al capo dello stato",le "immunità parlamentari",le leggi in favore o contro alcune categorie specifiche di esseri umani vanno accantonate. Se Vauro con le vignette su Brunetta se la cava con un po' di critiche contrarie,perchè Belpietro rischia fino a cinque anni per una vignetta su Napolitano? Ma chi ha ammazzato? Credo che anche il nostro capo dello stato che io stimo molto possa concordare con me su questo. Vorrei chiudere con una cosa che mi raccontava mia mamma di 92 anni. Nei gabinetti della fabbrica dove lavorava ai tempi del fascio, qualcuno di nascosto col lapis aveva scritto:"GRANDE IL DUCE,POTENTE IL RE,MA QUANDO CACANO FANNO COME ME".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog