Cerca

Se fossi un falco del Pdl...

Se fossi un esponente del Pdl, sarei certamente tra coloro che i colomboni definiscono falchi. E da falco un pò rompicoglioni direi continuamente al presidente Berlusconi: ''Guardi che stiamo perdendo voti! Guardi presidente che così facendo, consegniamo per davvero l'Italia ai comunisti! Se l'Iva si alza e noi siamo nel governo che l'ha fatta alzare, ogni volta che un cittadino o un imprenditore leggerà una fattura con quella odiosa gabella al 22% dirà grazie a noi! Quando arriverà il primo ceffone Imu che promettevamo di abolire, quanta gente ci maledirà mordendosi le mani per averci dato il suo voto!''. Per farla breve, se il Pdl intende non dico aumentare ma almeno conservare il consenso ritrovato deve fare una di queste due cose: battere i pugni sul tavolo così forte da far volare in aria gli I- phone degli onorevoli oppure mandare all'inferno l'intero esecutivo. E non mi si venga a dire che è necessario sfruttare le larghe intese per cambiare la costituzione e fare tutte quelle riforme che finora non si è riusciti a fare per colpa del parlamento litigioso. Quelle larghe intese ci costano troppo! Un saluto Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog