Cerca

La Mamma di tutti i problemi

Buona sera Direttore, perché “Libero” non fa una battaglia giornalistica vera sulla “mamma di tutti i problemi”: la globalizzazione così mal fatta da certa sinistra e dalle lobbies bancarie e della grande distribuzione europea ? Come si può pensare di liberalizzare in pochissimi anni il commercio mondiale ? Questo avrebbe dovuto essere un progetto a lunghissima trasformazione in modo che le industrie nazionali, guidate da una politica illuminata, potessero convertire sia tecnologicamente sia come prodotto, per reggere la concorrenza mondiale. Perché non si dice che tutti gli sforzi che potranno fare i vari governi presenti e futuri, saranno inutili ? Per paesi come l’Italia, che si reggono largamente su una capillare manifattura di piccolissime, piccole e medie industrie, che si sono trovate fuori mercato a causa di una politica egoista, gretta, senza idee, ladra, serva dei poteri forti e non dei cittadini, sarà un disastro immane. Anche un bambino capisce che non avendo mai incentivato politiche di ricerca, innovazione etc., quando quei campioni d’intelligenza aderirono alla moneta unica, non pensarono che di li a pochi anni la ns. industria, purtroppo così provinciale, si sarebbe trovata fuori gioco. Il nostro Paese è stato depredato fisicamente ed intellettualmente dalle classi dirigenti inette che si sono avvicendate negli anni, confortate da cittadini che hanno sempre eletto per ideologia e non per meritocrazia. Al contrario della Germania che si è evoluta tecnologicamente in modo da reggere l’impatto della globalizzazione sulle proprie industrie, vedi i risultati della manifattura tedesca, noi siamo ancora a capire che cosa dobbiamo fare ! Adesso il tempo non c’è più ! Sinceramente non sono in grado di proporre soluzioni, ci sono i cosiddetti esperti per questo, anche se taluni farebbero meglio a cambiare mestiere. Visto il livello nazionale, forse sarebbe il caso di chiedere qualche “consulenza” estera, sarebbero forse soldi spesi bene. Personalmente credo ci siano pochissime speranze per il futuro. Ancora si sta perdendo tempo in chiacchere, litigi continui e il tempo passa inesorabile senza concludere niente. E’ incredibile la pazienza degli italiani !! Per questo il problema deve essere evidenziato continuamente, con forza, a tutti: si deve dire la verità senza creare panico ma stimolando riflessioni e iniziative serie, senza demagogia ma con pragmatismo, senza ideologia ma con spirito comune di appartenenza. Speriamo ci sia ancora il tempo. Riccardodear

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog