Cerca

Giuliano Amato e i redditi dei lavoratori autonomi

Egregio Direttore Ho visto alcuni giorni fa sui canali d'informazione Sky, una lunga intervista all'Onorevole Giuliano Amato. ( ho subito Pensanto quanto l'avessimo scampata bella dal trovarcelo in qualche ruolo istituzionale importante, magari presidente della Repubblica o del Consiglio) l'Onorevole stava facendo gratuitamente pubblicità al suo ultimo libro in cambio delle sue perle di saggezza in economia e politica. Ho subito pensato, ma questo signore che percepisce una pensione di oltre trentamila euro al mese, siede in parlamento, per tutta la vita è stato miracolato dalla politica, ha “fregato” a notte fonda agli italiani una percentuale dei loro risparmi, continua a dispensare verità e predicare l'austerità per gli altri e intanto fa pubblicità gratuita al suo libro, non si vergogna? Evidentemente no, alla vergogna non ce limite! Difatti poco dopo quando la conduttrice prese a commentare i bassi redditi dei lavoratori autonomi, forniti dall'Istat, questo signore con un sorriso beffardo e eloquente insinuava come questi lavoratori fossero sicuramente degli evasori. Ma questo signore ha mai provato in tempo di crisi nera come ora ad aprire un bar? A vendere macchine? A costruire e vendere case?...che ne sa delle quotidiane fatiche degli artigiani che devono costantemente aumentare il fido bancario e che viene regolarmente negato dalla banca? Sa che tante fatture messe come reddito non sono neanche state pagate e non si sa se mai lo saranno? Sa la fatica a inventarsi un lavoro in balia di tutto e senza nessuna sicurezza o tutela da parte di nessuno? Sa che non ce' cassa integrazione per questi “evasori” e quando non hanno lavoro devono arrangiarsi e non pesano sulle casse dello stato? Sa che in cinque anni prenderanno l'equivalente della pensione che lui prende in un mese? Dalla sua splendida gabbia dorata non ha mai sentito parlare di quanti piccoli imprenditori “evasori” si sono suicidati? E evidente che per lui scoprire che il reddito medio di questi artigiani e sotto i 18 mila euro lo porta a sorridere, per lui questo “miserabile” reddito viene raggiunto in 15 giorni, (ora in meno grazie alla vendita del libro) ma quello che mi ha dato fastidio, oltre a far parlare in tv questo signore che dispensa verità e insegna a vivere ai poverelli, e stato il comportamento d'intesa con la “giornalista”, quella, almeno speravo che a forza di dare traciche notizie sulla crisi nera che stanno pagando i piccoli imprenditori e gli artigiani che continuano a suicidarsi, avesse capito un po' dell'economia reale, invece faceva comunella condividendo i sorrisetti di scherno del Onorevole Amato che non riteneva congruo un reddito di 18000 mila euro di un lavoratore autonomo in quanto troppo distante dal suo, ma evidentemente anche da quello della “giornalista” Sky...altra casta lontana dai problemi reali del Paese e di chi, grazie a economisti alla Mario Monti e Giuliano Amato, non ha i soldi per mangiare ogni giorno! Arta Terme Guido della schiava lavoratore autonomo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog