Cerca

i nuovi negrieri

caro Direttore, anche in Argentina,grazie ad internet,riesco a leggere ogni giorno Libero e ad apprezzarne i contenuti.Le rubo qualche minuto per raccontarLe l´esperienza vissuta oggi da due miei figli,appena riferitami da loro per telefono. Essi vivono in Italia con la madre e due altre sorelle;come tantissimi giovani hanno conseguito un diploma e cercato subito un posto.di lavoro.Invano,ovviamente.Migliaia i curricula presentati o spediti,tante promesse a vuoto,ma quanto accaduto oggi e´veramente inaccettabile.Rispondendo ad un annuncio di una comunita´privata per il recupero di tossicodipendenti,si sono ppresentati per un colloquio selettivo.Ebbene,e´stato loro offerto un lavoro(?) sette giorni su sette,per otto ore al giorno con una retribuzione settimanale di ottanta,dico ottanta euro...In alternativa,orario da dodici ore,con mezz´ora di pausa inclusa,per novanta euro sempre alla settimana.Da notare che il luogo dista 40 Km dal loro domicilio e non esistono collegamenti pubblici per raggiungerlo.Vorrei chiedere alla ex ministro Fornero se i ragazzi son da considerarsi "choosy" per aver rifiutato ovviamente l´oscena proposta,ed a qualche solerte pubblico ministero se non si ravvisi,dato lo stato di estremo bisogno dei richiedenti il lavoro,una qualsiasi ipotesi di reato.Ma lavorare per un euro l´ora e´opure no esser vittima di schiavismo puro?Ho consigliato ai ragazzi di far le valigie e venire in Argentina:qui,almeno,anche a pascolare le mandrie di pecore nella pampa guadagneranno molto di piu´.Soprattutto in dignita´. La saluto cordialmente antonio Ancora

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog