Cerca

prospettive economiche e speranza

Caro direttore, dobbiamo prendere in attenta considerazione i reiterati allarmi sulla crisi industriale e sulla patologica disoccupazione giovanile rivolti dal presidente della Repubblica e dal presidenete della Confindustria, ma senza trascurare l'appello del Papa alla speranza. Allo stesso tempo dobbiamo pretendere dalla RAI, televisione di Stato, di sospendere la comunicazione di valutazioni deprimenti sul riequilibrio della nostra economia, previsto nei vari telegiornali nell'arco di decenni.Ignoriamo la fondatezzza di tali dati, e sentirseli ripetere ogni giorno reca solo danno. Sono previsioni che possono servire al governo. All'opinione pubblica vanno segnalate periodicamente, non quotidianamente. Cordialità. Bruno Mardegan- Milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog