Cerca

Un ignobile governo abusivo ed usurpadore dei valori italiani

Caro Direttore, sopravvissuto alla guerra, nel 1945-46 frequentavo tardivamente la quinta elemtare e il mio maestro di fede monarchica sconfitto nel referendum l'ho descrissi piú tardi in un mio ritratto del 1967, premiato a Firenze,in cui riportavo la sua predizione dello sfacelo italiano che sarebbe accaduto, e così è stato. Poi,giurando fedeltà alla patria ed alla bandiera italiana al momento d'indossare la divisa della gloiriosa Marina Militare provai un grande orgoglio. Successivamente costretto ad emigrare, sopravvissi in Venezuela a una rivoluzione marxista, appoggiata anche in Italia da coloro che appoggiavano l'invasione e la vittoria dell'impero sovietico, coloro che oggi mutando atteggiamento indossano immeritatamente e sporgandolo il tricolore arrogandosi il diritto di stare al potere insieme ad un'ammuchhiata di marciume che tuttavia pretende di essere spesata per finire di distruggere l'economia e la millenaria civiltà d'Italia. Per questo, credo come tanti altri, sono profondamente disgustato da tale infame usurpazione di moribondi che non hanno mai servito la patria ma insistono nel sopravvivere al potere, gentuzza aberrata, incapace,che sta distruggendo sistematicamente l'immagine italiana nel mondo. Quale italiano di grande fede e di pace,contrario a ogni forma di violenza, già visssuta sulla mia pelle, ripudio profondamente tale nefasto governo, dal capo d'una coalizione farsesca e ladrona ché non sono degni di rappresentare l'Italia ed i suoi alti valori...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog