Cerca

San Domenico Savio e i giovani d'oggi

Caro Direttore: Come crescono i nostri giovani? Hanno un modello da copiare per impostare la loro vita futura? Certo San Domenico Savio sarebbe proprio un bel modello da imitare. E' morto a soli 14 anni di tubercolosi nel 1857 ed ha lasciato una traccia indelebile nella nostra storia pur vivendo una vita così breve. San Giovanni Bosco scrisse di lui: "faceva straordinariamente bene le cose ordinarie". In queste parole c'è tutto, non cose grandiose ma cose piccole, umili ed immensamente utili. I miracoli li fanno i santi e quindi non chiediamo ai nostri giovani di farne, ma di copiare almeno un po' l'esempio di questo "Santo bambino". So già che queste parole saranno inutili, i ragazzi continueranno a drogarsi, a sballarsi con alcolici e psicofarmaci, ad accoltellarsi fra di loro, a frequentare sette sataniche o altre attività del genere. Io ci ho provato a dire qualcosa di buono, ora tocca ai loro genitori. Buona fortuna!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog