Cerca

I negozi chiudono anche per il caro fitti.

Molti negozi stanno chiudendo anche perché colpiti dal caro fitti. I proprietari degli immobili, in fase di rinnovo dei contratti, chiedono aumenti spropositati, con la giustificazione di recuperare le imposte di recente notevolmente aumentate . E’ incredibile: alla Fnac della zona collinare di Napoli, la richiesta d’aumento è arrivata a 80mila euro mensili dai 23mila euro iniziali. Quasi un milione di euro all’anno! Cosi le attività commerciali muoiono strangolati dal caro fitti con la conseguente desertificazione delle città. Siamo in periodi di profonda crisi e ogni categoria cerca di rivalersi verso altre categorie. Ma questa volta non è andata bene per i "furbi" proprietari che si ritrovano ora con immobili sfitti. Intanto per il calo dei consumi, il settore del commercio sta vivendo una crisi forse la peggiore dal dopo guerra ad oggi. E’diventata ormai una vera e propria emergenza. E a soffrine di più sono, come al solito, i più deboli: i piccoli esercizi commerciali a conduzione familiare. Angelo Ciarlo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog