Cerca

Alla ricerca della verità:"Il poligrafo"

Caro Direttore: Il poligrafo chiamato comunemente macchina della verità potrebbe essere un valido aiuto negli interrogatori. Intanto chi si oppone alla prova creerebbe già un indizio sulla sua malafede. Gli studi più recenti sugli utilizzi dei sistemi di neuroimaging in criminologia richiedono cautela, ma a mio avviso, meglio un indizio in più che l'ignoranza più totale. Gli esperti indicano nel 94% la percentuale di successo della macchina che quindi non è infallibile, ma siamo sicuri che i nostri giudici azzecchino il 94% delle sentenze? Io non ci giurerei. I giudici degli USA il poligrafo in versione modernizzata lo usano da anni, mentre da noi chissà perché non se ne parla nemmeno. Nell'omicidio Gambirasio o in molti altri casi irrisolti tipo Unabomber, la macchina della verità potrebbe smascherare il vigliacco che ancora si nasconde impunito nell'ombra. Non parliamo poi dei mafiosi pentiti o finti pentiti. Gli americani sono un popolo moderno, pragmatico, la loro giustizia funziona, mentre da noi di solito i processi si allungano e come si dice spesso la polizia brancola nel buio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog