Cerca

Governo e politici ridicoli

Egr. Direttore, anche il nuovo governo e il nuovo parlamento (grillini inclusi) si stanno dimostrando ridicoli ma soprattutto strafottenti nei nostri confronti degli enormi problemi che ci stanno distruggendo. L'ultima uscita di ieri è che non è possibile eliminare l’IMU ed evitare l’aumento dell’iva al 22% perché non ci sono le coperture finanziarie. Vergogna!!! Ma quando i nostri politici la finiranno di parlare, parlare a vanvera e a fare finalmente qualcosa di veramente concreto? Quando si renderanno conto che noi tutti siamo disperati, impauriti del futuro, che si arriva a suicidarsi per l’incubo di una vita impossibile? Sempre ieri si sono accorti che ci sono meno entrate fiscali e meno gettito iva, …bella scoperta!!. Ma dove vivono? E che la finiscano di addossare tutte le colpe sull’evasione perché è vero che questo problema va combattuto, ma qui il problema serio è che ogni giorno una marea di attività lavorative chiude o fallisce perché non c’è lavoro!!! E loro (i politici) cosa fanno? Parlano, promettono ma non fanno nulla. L’evasione va combattuta e sconfitta definitivamente? E allora che permettano a tutti di scaricare ogni spesa e allora vedreste che ogni cittadino chiederebbe e pretenderebbe la ricevuta o lo scontrino da chiunque (negoziante o riparatore che sia). C’è una crisi mai vista e l’unica via sarebbe quella di abbassare il costo del lavoro e le tasse alle imprese per poter rilanciare i consumi e l’economia. Ma loro che fanno invece? le aumentano e per quale motivo? Perché non ci sono le coperture finanziarie e io chiedo a loro per cosa??? Che parlino chiaro almeno e cioè che le coperture servono per pagare i loro stipendi faraonici, sostenere le loro spese (anche private) e tutti gli spechi. A me sembra che siamo in condizioni da Medioevo dove la gente era sempre più in miseria e la schiera di regnanti, per non perdere il tenore di vita a cui è sempre stata abituata, aumentava le tasse a chi poteva ancora pagare e di tutti gli altri se ne fregava altamente. Io chiedo a questa che doveva essere una classe politica nuova e migliore: dove sono finite le belle parole su taglio agli sprechi, taglio al numero dei parlamentari, eliminazione del finanziamento pubblico ai partiti (e non dal 2017 ma da domani!!!), taglio dei loro stipendi, pensioni, doppie pensioni, previlegi, ecc.. Poi vogliamo parlare della diaria che prendono ogni mese? Assurdo!!! Perché in ogni azienda il dipendente spende di tasca propria, poi presenta la documentazione di quanto speso (benzina, pedaggi, ecc.) e l’azienda poi provvede al rimborso. Invece i nostri politici intascano un forfait (e non due soldi) e se li tengono sia che vengano spesi o meno e senza sapere se per motivi veri di lavoro o quant’altro. Finisco il mio sfogo dicendo che non si può andare avanti più così, con parole, tempi biblici per prendere tempo e non fare nulla. Noi cittadini (e a regola popolo “sovrano”) non ne possiamo più e non possiamo digerire quello che ci viene detto oggi senza reagire. Per loro noi dovremmo fidarci ancora di quello che ci dicono, prendere atto che non ci sono altre strade e subire ancora un aumento dell’iva (che abbatterà ulteriormente gli acquisti già sottozero) e di pagare l’Imu. Io dico basta!!! Perché se continuiamo su questa strada ci ammazzeremo tutti. Qui ci vuole una controtendenza ma immediata e che i politici la finiscano e comincino a vivere come noi comuni mortali. Con il grande risparmio che si avrebbe su taglio stipendi (e non il 10%), taglio parlamentari, consiglieri enti locali, taglio pensioni faraoniche (calcolate tra l’altro non sul versato), taglio sprechi, ecc. si avrebbero tante risorse da utilizzare per i cittadini senza aumentare ancora le tasse, che invece servono solo per mantenere questa classe politica parassita. Cordialmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog