Cerca

La situazione economica-finanziaria italiana non ha via d’uscita.

A questa situazione bisogna solo adeguarsi. Per quanto riguarda la disoccupazione giovanile è la stessa cosa. Diminuire gli oneri fiscali per chi assume i giovani non risolve un bel niente. Nessun imprenditore è disposto ad assumere un giovane - anche a tasse zero - se la sua produzione è bloccata per mancanza di clientela. E la clientela - specialmente quella interna - è l’altro problema: non esiste perché non ha soldi da spendere. La concorrenza del mercato mondiale - che penalizza la nostra produzione come quella europea - costringe ad adeguare il tenore di vita dei paesi industrializzati verso il basso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog