Cerca

FELLINI, MORETTI & COMPANY: CHE PALLE!

Caro Direttore: Sarò un vero ignorante in materia, ma davanti a certe "opere d'arte" come i films di Fellini, Moretti o altri intellettualoidi raccomandati, viventi o defunti, idolatrati e sempre osannati da critici onniscienti, mi prende una noia, una sonnolenza tale che se non cambio programma mi addormento seduta stante. Che volete, io sono un povero incompetente, mi piace "il bar dello sport" di Lino Banfi oppure "l'imbranato" di Pippo Franco o i classici "Ben Hur" o "i dieci comandamenti" o addirittura "don Camillo". Pensare che quelli la sono dei "geni" e io sono l'ultimo dei cretini, ma è più forte di me, loro meritano certo dei premi Oscar e dei finanziamenti elargiti dallo stato, ma io niente, guardo Gianni e Pinotto e mi diverto pure. Non mi prende mai neanche la sindrome di Stendhal (guarda come sono fesso) come succede a certi esperti di fronte a quelle meraviglie "rompimaroni", anzi qualche volta mi sono improvvisamente tramutato nel ragionier Fantozzi e ribellandomi ho urlato la sua famosa protesta: "LA CORAZZATA POTEMKIN (o come cazzo si scrive) E' UNA CAGATA PAZZESCA!" E finalmente mi sono sfogato TIE!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog