Cerca

CRIMINALI IMPUNITI PER LEGGE, VITTIME DIMENTICATE

In Italia la legge sta dalla parte dei criminali. L'avvocato di Mario Alessi ricorda che la legge prevede che anche ai peggiori criminali sia data la possibilità di svolgere attività lavorative fuori dal carcere. E' proprio così. Questo povero ergastolano, condannato nel 2010, ha la sola colpa di avere soppresso a badilate sulla faccia il bimbo di 18 mesi, Tommaso Onofri, da lui sequestrato a scopo di estorsione. "L'ho ucciso io: non sopportavo il suo pianto", aveva a suo tempo confessato. Mi meraviglio quasi che, per ricompensarlo della confessione resa, così limpida e spontanea, non gli abbiano dato una medaglia, invece dell'ergastolo. E' normale che, dopo brevissima permanenza, esca di prigione: ne ha diritto, così fan tutti. Lo ribadisce appunto anche il suo avvocato. Peccato che una "giustizia" siffatta possa diventare l'anticamera di un'altra forma di giustizia: quella "fai da te". Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog