Cerca

Ex onorari

Caro Direttore, si sembra che abbia preso piede quì in Italia la strana abitudine di insignire dell'incarico "onorario" coloro che dopo aver raggiunto il vertice della propria organizzazione, vengano posti a riposo per fine mandato, ovvero per limiti di età. Ciò non determinerebbe alcuna conseguenza se tale nomina avesse soltanto carattere gratificante, ovvero se ciò nulla costasse in termini pecuniari. Ricordiamo che la nostra Costituzione prevedeva solo che il Presidente della Repubblica a fine mandato fosse nominato di diritto Senatore a vita; ciò sembrava sufficiente! Da quanto ho invece appreso, sono attribuiti numerosi incarichi onorari (ad esempio agli stessi ex Presidenti della Repubblica, agli ex Presidenti di Camera, Senato e Corte Costituzionale, ecc.), che per i connessi benefici comportano oneri per le pubbliche finanze, vuoi per auto, uffici e personale a disposizione, vuoi per integrazioni economiche del trattamento di quiescenza(vds. indennità di rappresentanza per gli ex Presidenti della Consulta. Non sarebbe il caso di promuovere un provvedimento legislativo con un solo articolo,tipo quello che segue, per abolire questa situazione? Testo legislativo: """ Tutti i benefici, diretti ed indiretti comunque onerosi, connessi a cariche "onorarie" per funzioni in precedenza svolte a favore o nell'ambito dello Stato, dalla data di pubblicazione del presente provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, sono aboliti""""

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog