Cerca

ssis e concorsi

Gentilissimo Direttore, vorrei chiedere che cosa si possono aspettare dal nuovo governo quegli insegnanti che hanno frequentato i due anni di specializzazione (ssis) per l'insegnamento, che avrebbe dovuto sostituire i concorsi, formando docenti altamente qualificati (il titolo è riconosciuto anche in alcuni paesi fuori dall'Europa unita). Sono insegnanti che hanno superato esami di ammissione, di uscita, specifici (psicologia dell'età evolutiva, didattica generale,etc) tirocinio con tutor e relativo esame attitudinale. In seguito a vari tagli sono stati immessi in una "graduatoria preferenziale", che ora è in pratica superata dai concorsi reintrodotti dal governo Monti per "modernizzare(!!) la scuola. Sono insegnanti che lavorano da alcuni anni con incarichi di supplenze, a volte in istituti molto lontani e non sempre con incarico annuale e/o completo. Sono relativamente pochi, non hanno visibilità televisiva e mediatica, non urlano nelle piazze e non spaccano vetrine; c'è stato un "solo" suicidio passato pressoché inosservato, un eventuale sciopero(non producendo "disguidi") è inutile, sono dimenticati da tutti forse perché non producono immediata economia (?!!)PERCHE' NON BLOCCARE I NUOVI CONCORSI FINO ALL'ESAURIMENTO GRADUALE DELLA GRADUATORIA SOPRACITATA, MANTENENDO LE PROMESSE ED EVITANDO, SENZA ULTERIORI SPESE,DI FAR INGROSSARE LE FILA DEI DISOCCUPATI? Grazie per l'attenzione Saluti Emma Colongo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog