Cerca

Al G8,parlare di MIGRANTI,è peccato mortale...

L'Agenda della riunione "G8",a Belfast,è stata piuttosto fitta. Dall'operato spionistico di un'Agenzia USA al pro e contro la Siria di Bashar al-Asad. I poveri italiani avevano sperato che il nostro Presidente del Consiglio trovasse tempo e modo di discutere dell'invasione delle nostre coste dai migranti che vede il menefreghismo europeo,in primis quello dei "franzosi" di Hollande,dopo che il suo predecessore,a causa della sua volenterosità,aveva contribuito a far sciogliere qualche timido filtro libico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog