Cerca

"disarmate la setta con la toga"

Prendo lo spunto dall'odierno fondo del noto Marcello Veneziani, sulla Vostra setta linea con riguardo al tema GIUSTIZIA. Quello che più mi disarma è il ritardo con cui lo si affronta, quando, quanto meno dalla soppressione dell'immunità parlamentare", la totale "irrensponsabilità" (nel senso di non imputabili) dei magistrati è all'evidenza di tutti. Prioritaria a qualsiasi riforma è quella della Giustizia, senza la quale l’ordine parlamentare può essere sovvertito, la democrazia svuotata, anche per il solo, ideologico, fanatico protagonismo di pochi giudici, che possono incarcerare e privare dei diritti civili il politico non a loro sinergico sulla base di mere, fantasiose tesi, al più suffragate da censurabili testimonianze di incalliti, professionisti delinquenti, del tutto interessati a beneficiare dei sconti di pena e benefits offerti a fronte di una collaborazione che suffragasse la tesi accusatoria, diversamente priva di elementi probanti (Spatuzza, Cincimino... insegnano). D’altro canto, le recenti sentenze dimostrano che la condanna è possibile anche se in assenza di ogni ragionevole riscontro. E’ DELTUTTO INUTILE LEGIFERARE ED IMPOSTARE RIFORME, quando poi potrebbero essere svuotate e/o bloccate per fumose “eccezioni di incostituzionalità”. C’è davvero da aver paura!.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog