Cerca

La macabra tarantella nella bolgia dei morti ambulanti

Carissimo Direttore, è assordante, sconnesso, nauseante il coro mugugnato dalle facce spettrali dei morti ambulanti che si dimenano inutilmente nella tarantella senza potersi liberare dall'inespugbaile prigione mentale del loro incubo e che dimostra quanto sia piú amara la bile che non riescono a secernere. Un'incurabile cirrosi epatica produce gravi squilibri mentali a questi abnormali che tuttavia si esaltano e smorfieggiano nello specchio del mondo convinti di rappresentare "l'intellighenzia italiana" e non l'aborto della vita politica ideale dell'Italia che quotidianamente coprono di vergogna con parole e azioni dei magistrati, politici, scrittori di corte, opinionisti anafabeti, giornalisti sgrammaticati che respirano il fetore nei salotii televisivi in cui si pavoneggiano conduttori di vecchie locomotive sui binari obbligati delle stazioni. Eppure, questi da tempo immemorabile godono di appannaggi e privilegi dissanguando il popolo italiano ma non contenti sprizzano invidia ed odio per chi ha richezza e talento piú di loro. Quanto è difficile vivere disfarsi da questa bolgia di morti ambulanti che spaventano gli italiani!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog