Cerca

ALLA REGIONE SICILIANA CROCETTA "GARANTISCE " ALTRI 3000 NULLAFACENTI EX PIP

EGREGIO DIRETTORE LA MIA PROTESTA CONTRO LO SPRECO DI DENARO PUBBLICO CONMTINUA E SI SEGNALA ULTERIORMENTE QUANTO SEGUE: Ex Pip, accordo con la Regione Si applicherà il modello Gesip Un percorso simile a quello adottato per Gesip, che permetterà anche ai lavoratori ex Pip di tornare al lavoro a 20 ore settimanali. Questo il risultato dell’incontro tenutosi oggi alla Presidenza della Regione tra l’assessore al Lavoro Ester Bonafede e i rappresentanti sindacali circa il futuro di quasi tremila persone. L’accordo, in pratica, prevede che per tutto il 2013 (e in parte anche per l’inizio del 2014) i lavoratori percepiscano l’Aspi, ovvero l’assegno di disoccupazione, più gli assegni familiari per otto mesi che arrivano fino a dodici per gli over 50 e nel frattempo, grazie a un accordo con Inps e ministero ancora da firmare, sul modello però di quanto fatto per Gesip e usando la stessa normativa, i dipendenti potranno tornare in servizio negli enti assegnati a svolgere 20 ore settimanali. La differenza tra le due vertenze è che nel caso degli ex Pip non si tratterà di cassa integrazione ma di Aspi, malgrado comunque i lavoratori vengano equiparati nei fatti a degli lsu. A partire dal prossimo anno, invece, subentreranno i fondi Pac, ovvero fondi europei per il sociale (Piani di azione di coesione), pari a venti milioni di euro che dovrebbero coprire almeno sette o otto mesi così da dare continuità ai lavoratori. Nel frattempo, però, la Regione si è anche impegnata a istituire un tavolo per la modifica dell’articolo 43 della scorsa Finanziaria che in pratica prevedeva il ritorno dei dipendenti, a partire da gennaio, al comune di Palermo. "Abbiamo già presentato l’istanza all’Inps e al ministero per la convenzione e lo hanno accolto favorevolmente, settimana prossima dovremmo firmare e poi fare tornare tutti al lavoro”, commenta l'assessore Bonafede. ACCENDETE I RIFLETTORI SU QUESTE VICENDE FATELO PER IL RISPETTO DI CHI LAVORA VERAMENTE

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog