Cerca

O tempora...

Credo sia urgente provvedere al reclutamento di qualche centinaio di cattolici africani disponibili a farsi trasportare a Lampedusa per lunedì 8 luglio prossimo. Eviteremo così a Papa Francesco l’imbarazzo di dover celebrare la messa e fare la predica, oltre che all'onnipresente Presidentessa della Camera, solo agli usuali migranti ormai residenti, di norma tutti mussulmani. In alternativa, con un permesso di soggiorno a testa, è possibile che questi accettino di fare le comparse cattoliche: l’importante comunque è che i media riprendano il Pontefice non mentre sgrana piamente la corona del Rosario, ma mentre lancia in mare da una motovedetta una corona di fiori. Evoluzione della Chiesa: dopo aver predicato la preminenza dell’essere, ora siamo alla liturgia dell’apparire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog