Cerca

Fuori dall'euro

Caro direttore, non sempre sono daccordo con le sue idee, anzi spesso sono completamente dalla parte opposta; diciamo che sono di idee progressiste, non sono del PD, che detesto nella maniera più assoluta. Visto che qualche tempo fa lei ha avuto il coraggio di pubblicare in prima pagina,non ricordo se articolo a un suo editoriale, una tesi favorevole all'uscita dall'euro, come vede seppure non la condivido la leggo (mia idea personale: la ritengo più progressista dei classici progressisti, Repubblica, Fatto e cosi via...che al contrario sono dei beceri conservatori). Detto questo, vorrei esortarla, visto che spesso, anche se non sembra, nostra una certa indipendenza, dai cosiddetti poteri....a pubblicare le tesi MMT, dottrina economica postKeynesiana fondata da Warren Mosler ed altri, diffusa in Italia da un giornalista che lei sicuramente conoscerà (scomodo) ma efficace e meritevole, di nome Paolo Barnard. La tesi principale di detta scuola economica è la assuluta necessità di tornare alla sovranità economica-monetaria e politica: in sostanza uscita dall'euro. Nessun giornale ne' ha parlato, ma Barnard Mosler e il sindaco di Aquila Cialente sono stati ricevuti al Ministero dell'Economia, perchè lo stesso Mosler ha fatto una proposta interessantissima e senza costi per ricostruire L'Aquila, ovviamente per senza costi intendo dire che non si sfora dai patti assurdi che siamo costretti a rispettare con questa nefandezza che è l'unione monetaria Europea. Guardi, direttore, che più della metà degli Italiani vorrebbero uscire da questa schiavitù, e tornare liberi e indipendendi (seppur rimanendo europeisti) ma non sotto il tallone tedesco che ci schiaccia. Perchè di questo si tratta, siamo diventati una colonia tedesca, dovuti hai satrapi locali(che sono i nostri politici se non satrapi assoggetati all'impero Germanico, che cosa è una nazione come l'Italia se non una satrapia che non ha neanche la possibilità di autogovernarsi. Che cosa squallida vedere il capo del governo Italiano, che non appena ricevuta la fiducia in porlamento vola dal furher Angela Merkel a prendere ordini, Le sembra onorevole per un paese come l'italia? io credo di no,la prossima volta risparmiamo i soldi delle elezioni. Per questo, se lei ha a cuore i destini della nostra gente e del nostro paese, faccia una crociata, per tornare alla sovranità monetaria e politica. Potrebbe contattare il girnalista Paolo Barnard (persona difficile e spigolosa) ma onesta, corretta e competente. Potrebbe cosi divulgare la MMT, sponsorizzare la nostra libertà monetaria economica e politica, non le sembra che un giornale che si chiama "Libero" sia il più adatto a parlare di libertà? Quale libertà superiore conosce rispetto a quella di essere padroni del proprio destino: sia esso politico,economico, sociale e di poter dire finalmente come stanno le cose, che siamo stufi del nazismo finanziari imposto da Germania e Francia, favorito dai nostri politici asserviti alla volontà di un governo straniero che ci hanno ridotto a rango di colonia, a tal punto che ci è vietato, anche, ricostrire una bella città colpita da catastrofe naturale come l'Aquila. Sono stati molti i politici che hanno svenduto il nostro paese, meriterebbero un processo di "Norimberga" tutti, ma quelli che ritengo siano stati i maggiori responsabili, secondo me, sono stati: Amato, Ciampi, Prodi, D'Alema...ha capito perchè odio dal profondo del mio cuore quel partito. Io non saprò mai se leggerà questa lettera e se da questa sarà sensibilizzato a prendere posizione contro l'euro (che ci sta uccidendo lentamente),se ciò dovesse avvenire la ringrazio sin da ora di quel pizzico di sano patriottismo che vorrà mettere in questa impresa, perchè di impresa si dovrebbe parlare se un direttore di giornale prendesse posizione, ufficiale, contro il pensiero unico. Se cosi non sarà vorrà dire che scrivendole questa lettera sarà servito a sfogare un pò della mia rabbia nei confronti di questa assurda situazione, che sta uccidendo, anche con tutti i problemi che sappiamo (corruzione e varie) uno dei più importanti paesi al mondo:l'Italia. La saluto cordialmente, sperando in qualcosa che neanche io so',o forse abbiamo finito anche la speranza. Trobbiani luciano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog