Cerca

Le dure croste mentali delle italiche generazioni post belliche

Caro Direttore,sono quasi settant'anni che in Italia la cruenta lotta politica, anzichè costruire progresso sociale, ha disgregato sadicamente le basi solide delle storiche conquiste conl'apporto dell'ingegngo e lavoro creativo, esemplare nel mondo al quale, tuttavia, sempre i milioni di emigranti italiani con il sudore della fronte hanno contribuito al consolidamento del benessere nei paesi carenti di progetti e manodopera edilizia, industriale e artigianale. Nel mentre in Italia si procedeva alla lenta distruzione dell'acquisito patrimonio e di ogni valore ideale da parte di balordi incrostati mentali che ancora godono provilegi di governo vita natural durante. I cosidetti industriali di punta, quelli arricchiti tra sfruttamento e inganni, nel mentre appongono le proprie etichette ai manufatti importati a poco prezzo dai paesi cinesi e indocinesi e poi li vendono a caro prezzo nei mercati italiani,gli stessi subdolamente seminano il panico su quelli che arrivano con l'etichetta originaria classificandoli velenosi ed altri loro spregiudicati compari assassini di popolo li frammischiano con tonnellate soprattutto di cibi avariati, per cui non sempre l'intervento dei Nas riesce a smascherare. Infine, i seguaci saputelli ottenebrati non si rendono conto che non impegnandosi seriamente nel lavoro e nel farsi una famiglia per procreare tanti figli forti ed intelligenti, lasceranno l'Italia all'invasione totale di giovani e prodotti multietnici e degli italiani sarà cancellata la storia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog