Cerca

CARCERI PIENE

Egregio Direttore Vista la grave situazione di affollamento carcerario, il governo lETTA ha avuto una idea brillante ed anche molto originale: risolvere il problema attraverso, di fatto, un indulto permanente, concedendo i domiciliari immediatamente a 6.000 persone, mentre a regime molti non andranno proprio in galera, visto che fino a 6 anni di carcere si può usufruire della detenzione in casa. Ovviamente, tutti i partiti della maggioranza sono d’accordo, ci spiegano a noi comuni cittadini che non ci sta altra soluzione. Invece le soluzioni sono semplici: costruire nuove carceri, dando lavoro a tante imprese ed incrementare gli organici della polizia penitenziaria, che sono a livelli veramente bassi. La sicurezza non è solo un costo, ma anche un investimento, quello che molti politici non vogliono capire, tutelati come sono da numerose auto blindate! Altro passo semplice e ancora meno costoso: espellere i 23.000 detenuti stranieri a fine pena oppure stipulare appositi accordi internazionali al fine di fare scontare a casa loro la pena per quelli condannati definitivamente. Intervistata da alcuni quotidiani il ministro della Giustizia ha affermato che ciò non è semplice, eppure tanti paesi europei attuano questo sistema da tempo e cito Svizzera e Germania. Sono migliori di noi? Oppure i loro politici, ogni tanto, pensano anche alla sicurezza di chi li ha eletti? Distinti saluti Filippo Tartaro - Parma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog