Cerca

Il primo passo per una vera Europa libera e socialmente utile

Caro Direttore, non è un'ostinata posizione preconcetta ma una ponderata consapevolezza essendo vissuto e lottato per ottenere pari dignità e uguali diritti sul lavoro agli albori del Mercato Europeo Comune. Come primo passo, ripeto, va abolito il carrozzone politico del parlamento europeo sgravandosi delle enormi spese per lo stato, specialmente in questo tragico momento. Annientando, soprattutto, la superbia e lo strapotere di lestofanti che da troppi anni si sono rivelati inefficienti e guastatori, senza nessun contributo alla crescita economica, sociale e culturale, specie per i paesi del sud Europa, da sempre soggetti all'idiozia razzistica del nord il cui cervello non matura per assenza di sole. E non è sbagliato lasciare ad ogni paese anche la dignità di una propria moneta con un valore adeguato al proprio sistema di governo, in quanto, alla luce dei risultati, l'Euro da quando è stato adottato per l'astuzia altrui e la stupidità nostrana del boccaperta in connubio con la politica affaristica, ha prodotto solo benefici ai quattro pidocchi rifatti ma hanno danneggiato seriamente l'economia italiana che ha dovuto affrontare seri ostacoli nella politica commerciale d'esportazione, favorendo solo gli ignobili speculatori che hanno chiuso il lavoro in Italia ma continuano ad accumulare miliardi sulla pelle degli italiani spacciando per propri prodotti avuti a miseri prezzi che sanno di povertà e schiavismo nei paesi d'origine. Perciò, eliminarli dalla scena ecomomica internazionale, sottoponendoli ad un rigoroso controllo,riportandoli al valore della "Lira" sarebbe una vittoria di popolo...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog