Cerca

Noi Abbandonati....e pensare che eravamo i Tutori della Legalità

Gentile Direttore, le scrivo per porle a conoscenza una questione a me molto cara e che riguarda circa 7000 Carabinieri con alle spalle sino a 3 anni di servizio nell’Arma dei Carabinieri, essi furono spina dorsale dell’Arma stessa mantenendo attivi presidi sul territorio presidi di fondamentale importanza come comandi Stazione comandi Compagnie e manna dal cielo per i Battaglioni Mobili, tuttavia dopo anni e molte interrogazioni parlamentari essi son stati dichiarati “anagraficamente” anziani mio malgrado alla soglia dei 34 anni nel mio caso, certo è che analizzando la questione e la problematica essi potevano essere reintegrati nel Corpo di Polizia Penitenziaria con un decreto legge 456/1995 ma pochissime unità poterono usufruire di questo privilegio per via della NON comunicazione della circolare a tutti i congedati, mi chiedo e le chiedo a nome di tutti questi giovani se vi possa essere una possibilità di pubblicazione di questa mia missiva per questa forma di volontariato che mai è stata regolarizzata per via del fatto che dopo il 2005 nessun Carabiniere Ausiliario in congedo ha avuto la possibilità di riserva come prevista ai sensi di legge per i volontari in nessun concorso pubblico sia nei ruoli Militari che nei ruoli Civili, purtroppo il nocciolo e il problema alla base di tutto è stata ed è la non equiparazione appunto ad un volontario in ferma prefissata, visto e considerato che il personale in questione ha svolto da 1 a 3 anni di servizio nell’Arma dei Carabinieri , che lo stesso personale ha una formazione di tre mesi e mezzo direttamente effettuata presso le Scuole Allievi dell’Arma dei Carabinieri appare illogico tutto ciò, vi comunico inoltre che in qualità di Portavoce Nazionale di questa forma di volontariato dimenticata sono stato contattato dal Presidente Francis Quilez Morte che rappresenta l’Associazione Fratellanza della Guardia Civil Ausiliaria in Spagna (figura omonima al Carabiniere Ausiliario) egli dopo un amichevole e solidale corrispondenza mail mi ha comunicato che la Spagna nella persona del Ministro degli Interni Spagnolo ha riconosciuto questa forma di volontariato e nel 2012 ha conferito e coniato una medaglia proprio per la Guardia Civil Ausiliaria. Mio malgrado dagli anni 2000 ad oggi moltissimi di noi vivono in precarietà ed addirittura disoccupati dal giorno del congedo dopo aver effettuato chi 1 chi 2 e chi 3 anni di servizio, nel nostro sito http://www.carabinieriausiliari.com ve ne sono molte, un mio collega mi disse “dopo 3 anni di servizio tornai a casa e da quel giorno al mio paese quando sanno che U Sbirro Fici mi scansano e non trovo più lavoro” quando poi riflettendoci bene attesto che oggi ha più diritti un obiettore di coscienza o quel che è peggio un detenuto inserito in un programma per la riabilitazione lavorativa… e pensare che eravamo noi stessi a combattere l’illegalità. Cordiali saluti. Simone Donazio – Portavoce Nazionale dei Carabinieri Ausiliari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog