Cerca

STO CON BERSANI

Egregio Direttore, ho l’impressione che Bersani, nel suo discorso a Cremona, non abbia fatto altro che confermare quello che ha sempre affermato: avviare un governo comunque, anche aperto ad altre forze, non solo ai Cinquestelle. Non voto Bersani, ma ho stima di Bersani ed una interpretazione capziosa del suo comportamento non mi sembra corrispondere alla realtà. Un po’ di cinismo in politica non guasta ma una evidente mancanza di lealtà verso i pentastellati sarebbe stata cosa grave da parte di Bersani e ciò non si è verificato. Forse il tentativo subdolo da parte di tutto il PD è stato quello di spaccare i Cinquestelle, rendendo una parte di essi satelliti del centrosinistra. Quindi, io credo a Bersani e sto dalla parte di Bersani. Di contra la notizia vera sul discorso a Cremona è quella relativa al fuoco amico, che ha fatto capire chiaramente l’esercizio di una pratica ancora più disdicevole, come il perdere tempo in un momento in cui era necessario un governo. Questa è la colpa maggiore da attribuire al PD e solo il realismo del PDL ha salvato capra e cavoli, anche con l’appoggio del Presidente della Repubblica, che pur aveva concesso fin troppo tempo a Bersani per mettere d’accordo le varie anime del partito. Antonio Mirabile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog