Cerca

Caro Papa Francesco non ci siamo

Oggetto : Caro Papa Francesco non ci siamo Sono cattolico praticante in profondo dissenso dall’ atteggiamento di accoglienza generalizzato invocato dal Papa a Lampedusa, quest’ accoglienza generalizzata che dovremmo porre in essere solo noi (perché non mi risulta che il Vaticano organizzi ponti aerei da Lampedusa per accogliere immigrati al Vaticano). Abbiamo le nostre città piene di immigrati (a Napoli oltre agli abituali rom ci sono tanti immigrati di colore solitamente nigeriani) che chiedono l’ elemosina perché non abbiamo possibilità di dar loro un lavoro, peraltro non lo abbiamo nemmeno per noi!!!. In molti casi costoro non chiedono ma impongono che si dia loro l’ elemosina, come avviene a Mestre dove il parroco ha dovuto organizzare un servizio d’ ordine per evitare che i parrocchiani venissero minacciati dai rom che volevano imporre l’ elemosina – ma a mio si tratta di richieste estorsive visto che al rifiuto minacciano e insultano quanti non danno loro quanto richiesto -. Situazione analoga abbiamo a Napoli con molti immigrati di colore, è bene dunque che questo buonismo volto all’ accoglienza generalizzata che porterebbe ad accogliere tutti a prescindere dalla nostra capacità di accoglienza termini, per evitare che la sicurezza sociale e la pacifica convivenza siano posti in pericolo da prepotenti che non ci rispettano. Dunque invochiamo leggi che facilitano le espulsioni dei tanti professionisti dell’ elemosina che affollano le nostre citta’. Questi immigrati che magari nei loro paesi sono delle persone oneste di fronte all’ impossibilità di trovare un lavoro in Italia delinquono, quindi meglio lasciare che restino nel loro paese dove rimarrebbero un po’ piu’ poveri ma piu’ onesti. L’ illusione di una vita migliore li spinge qui dove non troveranno lavoro e saranno costretti a nostro discapito a delinquere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog