Cerca

Vostra Santità noi non siamo d'accordo....

Questo Papa, figura simpatica e accattivante, ma da cattolico io credo che dovrebbe prestare più attenzione e non uscire dalle righe. Lui è libero, se lo vuole, di sentirsi in colpa per questi disgraziati, noi italiani no, ci sentiamo addolorati ma non colpevoli di niente. Non sono il nostro egoismo e la nostra indifferenza, come dice Papa Francesco, ad essere colpevoli, le cause sono ben altre. Si, il suo è linguaggio universale, ma la faccenda cambia se questi discorsi li fa in Italia, non in Vaticano. Semmai ai paesi colonizzatori e predoni che hanno distrutto le culture ed il futuro di quei popoli andrebbe tutto il biasimo. Hanno razziato ogni cosa, massacrato popolazioni e tratto in schiavitù milioni e milioni di esseri umani, non erano extraterrestri, erano francesi, inglesi, belgi, olandesi, ecc. si, proprio loro che oggi non perdono occasione di montare in cattedra per impartire agli italiani lezioni di etica e di umanità (sic!). Nel web sono disponibili tutti i dettagli che vogliamo in merito, nomi e cognomi di proprietari ed armatori delle navi nelle quali venivano stipati esseri umani come fossero bestie. Di più devo dire, perché nessuno si sogna di spiegarci la ragione per la quale nell'agosto del 1789 stilando la carta dei diritti umani (o dei “dritti” la chiamo io”) quei portatori di libertà ignorarono bellamente la tragedia dello schiavismo? Semplice, perché erano loro ad avere gli appalti più sostanziosi in quel vergognoso commercio. Mentre comprendo la cialtronaggine di certi nostri partner europei che nicchiano sui loro crimini del passato per dare oggi lezioni a noi italiani, io non posso accettare da cattolico, che il Papa, semplificando e ignorando la storia esprima giudizi che non ci meritiamo e che considero offensivi. Noi siamo oggi vittime e stiamo subendo nostro malgrado questa invasione, vuoi per la disgraziata posizione geografica, vuoi perché così è tutto organizzato (nulla di questo è casuale) dalle alte sfere mondiali cui nulla può essere contestato, vuoi anche perché gli altri li fermano a fucilate. Questo messaggio : “forza gente che il Pontefice è con voi”, non fa altro che da sponda alle organizzazioni mondiali che pianificano questi spostamenti di massa e lo fanno con partigianeria con i più forti secondo il principio “mors tua vita mea”.Per renderci conto di questo basti osservare cosa accade nel Mediterraneo, davvero non crederemo che sia tutto casuale? Certo loro sempre dietro le quinte, mentre alla criminalità organizzata il compito di portare a termine il lavoro sporco. Ieri la visita del Papa, oggi muovi barconi in arrivo e, vorrei tanto essere smentito, aspettiamoci una bella escalation.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog