Cerca

Per Berlusconi persecuzioni a gogò

Egr. Direttore la magistratura italiana è un ordine autonomo , giustamente indipendente e disgiunto dagli organi costituzionali, ma anch'essa è solo un servitore del sovrano che sta sopra tutti, il popolo italiano. Fin qui, se ognuno svolgesse con onestà e solerzia il proprio lavoro, tutto andrebbe magnificamente. Ma se governo e parlamento vivono in perenne stato di soggezione nei confronti di un manipolo di magistrati (non della magistratura), deve esserci qualcosa di anomalo. Dico questo perché leggevo non molto tempo fa il titolo di un giornale che diceva :il governo Monti ha paura dei PM, beh, questo non può essere considerato normale, oppure qualcuno pensa che lo sia? Il parlamento prepara una legge e i magistrati attaccano e criticano, questo pure non è normale, se le ingerenze nei confronti nei magistrati sono censurabili e condannabili, ancor di più dovranno esserlo le invasioni di campo da parte di un ordine nei confronti di un organo costituzionale come il parlamento, che esprime la volontà del popolo sovrano. Che la macchina della giustizia italiana sia un disastro, questo è noto a cani e porci, ma anche alla UE che si prodiga con richiami e sanzioni nei nostri confronti. Mentre accadono questi fatti, non facciamo altro che ascoltare la piagnucolosa tiritera della magistratura che attribuisce le cause alla carenza di fondi e di mezzi, nonché di personale, che potrebbe essere vero e plausibile, però accadono altri fatti davvero strani ed inspiegabili, improvvisamente questa macchina obsoleta e sgangherata si trasforma in un mostro di super-efficienza, con disponibilità di fondi e di magistrati a gogò quando si tratta di ammannire lezioni ad un certo Berlusconi. Questi fondi e questi uomini da dove sbucano? Poi addirittura scompaiono i ritardi, diventano precisi come cronometri svizzeri, intervengono con commovente puntualità, anzi anticipano pure i tempi, in momenti politici delicati o nel corso di convegni internazionali per consegnare, che carini che sono, avvisi di garanzia o altre amenità del genere. L'ultima è di ieri quando la stampa ci comunica che la CASSAZIONE è diventata LAMPO – in onore di quel demone di Silvio Berlusconi. Gli italiani non sono stupidi e prima o poi chiederanno spiegazioni su questi magici poteri della giustizia iniziati dal nulla una ventina di anni fa. W la giustizia quella vera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog