Cerca

I nostri equivoci quotidiani.

A proposito dell’accanimento terapeutico nei confronti del Cavaliere, come tutti quei tentativi di superiorità culturale tentati sempre dalla sinistra, almeno per me, evidenziano la volontà di dimostrare a senso unico che loro sono sempre stati i “primi della classe”. E questi tentativi iniziarono con l’attentato di Via Rasella, macchinato per documentare il loro modesto livello anche di non credibilità continuando, anzi ebbero la sfacciataggine di far intervenire la magistratura rossa per decretare che quella vigliaccata fu un atto di guerra. Era la prova generale di quello che avrebbero potuto permettersi in seguito: furto del tesoro di Dongo, Togliatti ministro di “grazia e giustizia” ecc., come elevare oggi a quella carica Graziano Mesina. Il bello è che nessuno osa fiatare, anzi nessuno ha mai contrastato o criticato duramente e politicamente quelle “stupidità”, anche se in passato, ci furono dei tentativi come quello di Pippo Baudo, riportato ieri. E l’Anpi che fa? S’infuria. Mi aspetto un intervento mirato della Boldrini, mentre la gente comune pensa al silenzio di Franceschini, oggi ministro, anche se non ha dimenticato le sue insulse stupidaggini, manifestate in continuazione, tanto da considerarlo il “Pierino” di turno. Io, ottimista l’aspetto al varco e non dimentico che quest’individuo come altri componenti del governo in carica, sono stati proposti da Letta. Cordialmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog