Cerca

LA GRAZIA A BERLUSCONI

Ho sempre pensato che la sentenza della magistratura fosse viziata da un motivazione poco convincente, non tanto per la condanna in se ma per la richesta di interdizione dai pubblici uffici, orientata ovviamente a annientare l'imputato sul piano politico. Ho anche pensato che in etrema ratio Napoltano avrebbe adottato un provvedimento di grazia, senza intervenire sulla sentenza per non provocare conflitto tra poteri dello stato. Ma ci sono due fatti assolutamente negativi per la sorte di Berlusconi, che qualche errore sicuramente ha fatto, ma non fino a questo punto: 1) lo strepitio dei suoi "stretti collaboratori" di cui noi elettori ne abbiamo le tasche piene fino allo schifo. Il casino che combinano questi pessimi soggetti e mi riferisco a tutte le "amazzoni" che tanti danni hanno già fatto e ai tanti peones che continuano imperterriti e alle "dividendi" alla Santanché. Se il Collegio Giudicante Berlusconi è minimamente equilibrato certi atteggiamenti finiranno per indisporli. 2) avere iniziato pubblicamente una campagna per la grazia secondo me ne ha vanificato la possibilà. Certe cose si fanno e non si preannunciano. Avete idea cosa vuol dire candidare qualcuno con largo anticipo? vuol dire bruciarlo! Ecco con la grazia anticipata con largo anticipo temo che finisca nello stesso modo. L'atteggiamento che la gente apprezza è quello "sereno" di Berlusconi e del suo appoggio responsabile al Governo. Almeno lui da l'impressione di anteporre gli interessi del Paese ai suoi problemi. Giusto e apprezzabile. Il resto, quello che fanno i suoi vassalli senza dignità, è noia! Se decade Berlusconi il 90% di questi "pagliacci" in fiera andrà a casa con le buone o con le cattive. Anche se non decade (speriamo nonostate quanto in premessa) Berlusconi. Emilio Della Notte

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog