Cerca

Giustizia cercasi

Illustrissimo Direttore, Intanto gradirei qualcuno mi facesse almeno un esempio di una giustizia a razzo, che ha visto il deposito di una sentenza in soli 20 giorni e la fissazione del processo per il conseguente ricorso in Cassazione , a tempo di record cosi come nel caso del Presidente Berlusconi. Come non rimanere interdetti da una giustizia che cammina per corsie separate e a corrente alternata a seconda di chi e su chi questa viene amministrata? Da un lato vedo un Sig. Berlusconi venire chiamato in causa e subire una pesante condanna per concussione, per la presunta indebita ingerenza (per l’interessato a fin di Bene) presso un pubblico funzionario , nonostante l’assenza ( cosi pare) di una vittima e di un concusso. Dall’altro, io che ho denunciato 6 anni fa l’indebita ingerenza (A fin di Male e per propri biechi interessi) di un influente rappresentante istituzionale presso un pubblico funzionario di una pubblica amministrazione locale, mosso dal "benefico" scopo ( riuscito in pieno) di bloccare un pagamento che doveva essere effettuato da una Ente Pubblico al legittimo creditore, per poi cercare di dirottarlo illecitamente ad altri anonimi organismi, che con tale pagamento non c’entravano un bel niente. Denuncia riportante altri gravi fatti compiuti da altri funzionari pubblici e privati per compiacere e coadiuvare l’illustre personaggio in tale illecita iniziativa. Ma con mio estremo stupore il procedimento che è stato allora aperto per tentata concussione, nonostante la mole di documenti, e minuziosa e dettagliata esposizione di nomi e fatti, dopo quattro anni di praticamente nulla, è stato archiviato, e qui per me ancor di più paradossale, senza che neppure, così mi risulta, sia stato sentito nel merito il funzionario concusso. Cosi, chi mi ha devastato l’esistenza in tutto, cose e affetti personali, per puro capriccio e allo scopo di appropriarsi con la forza e con l’ inganno di ciò che non gli appartiene, profittando del suo ruolo istituzionale e delle sue influenti conoscenze, può continuare tranquillamente ad appropriarsi di ciò che non è certamente suo, e continuare la sua opera devastatrice, nella più totale immunità. Poi sa bene Direttore che per certa gente cosidetta “ per bene” (si fa per dire), è assai facile usare certi metodi mafiosi di gettare montagne di merda ( mi scusi il termine) sulla sua vittima così da screditarla e renderla ai più non credibile e alquanto inattendibile. Però adesso che mi è stato detto che la Legge è uguale per tutti, e che la velocità del giudizio adottata nei confronti del Presidente Berlusconi, è una prassi che si adotta con chiunque si trovi nell’imminenza della prescrizione dei reati, adesso sig. Direttore sono più fiducioso. E visto che la prescrizione per i reati da me denunciati sei anni fa , più o meno dovrebbe essere a fine 2014, essendo nel frattempo venuto a conoscenza di fatti nuovi inerenti le passate denunce, nei prossimi giorni ne depositerò una nuova e chiederò nel contempo alla pertinente Autorità Giudiziaria la riapertura del procedimento archiviato. Ma bello scoprire che la giustizia è uguale per tutti, da Silvio in giù...forse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog