Cerca

LEOLUCA ORLANDO E L'ASSESSORE BAZZI ALTRO CHE MUSICA CAMBIATA A PALERMO NON CAMBIA NULLA

EGREGIO DIRETTORE CON SCHIFO E SCONCERTO SEGNALO QUANTO SEGUE: Dopo il Pride, il Party "comunale" È il Festino delle polemiche Il Festino delle polemiche. Così sarà ricordata l’edizione 2013. Dopo la diatriba per il simbolo del Pride proiettato sul portico della Cattedrale, un’altra tegola si è abbattuta sulla giunta comunale. Nell’occhio del ciclone, questa volta, l’assessore al Centro Storico, Agata Bazzi, che non avrebbe curato gli inviti istituzionali ad un esclusivo party sulla terrazza panoramica dell’Ex Noviziato dei Crociferi, su Foro Umberto I, in occasione del Festino. Così, alcuni consiglieri comunali, vedendosi sbarrare le porte dell’happening dai buttafuori, sono andati su tutte le furie. Due orlandiani sarebbero stati, addirittura, allontanati e dalla lista mancavano il presidente e il vicepresidente del Consiglio Comunale. Gli esclusi si sono persi un party in piena regola, con tanto di tavolate cariche di frutta fresca, prosecco e gelati, per non parlare, poi, del posto in prima fila sulla terrazza per assistere ai giochi pirotecnici. E già sono arrivate le prime interrogazioni. "Voglio sapere se davvero c’è stata una festa in un ufficio comunale, se c’è stato un rinfresco e chi ha pagato – si chiede il capogruppo Pdl Giulio Tantillo – . Voglio inoltre sapere chi erano i buttafuori che avrebbero spuntato la lista di cui sento parlare: dipendenti comunali? E poi mi domando: chi ha fatto gli inviti?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog