Cerca

Il razzismo si combatte solo trattando gli stranieri come gli italiani: scapperanno tutti.

Gentile direttore, inutile continuare a stupirsi e indignarsi per le ''sparate razziste'' di questo o quell'esponente politico. Succede non solo da noi in Italia ma anche all'estero, lo sanno tutti. Il politico in questione puntualmente smentisce ma poi ammette e si scusa, rinnovando il proprio sincero affetto verso zingari, profughi e clandestini di ogni genere. Che poi i nomadi siano notoriamente autori di una quantità iperbolica di furti e atti di accattonaggio molesto poco importa, le amministrazioni locali sono tutte per loro. I cittadini votino pure chi vogliono, tanto i sindaci sono impotenti di fronte agli odiosi crimini di questa gente. Se qualcuno si indigna per frasi come quella del deputato francese, dovrebbe provare a sentire quelle che sento io tutti i giorni dalla gente della strada. Il francese al confronto è una Laura Boldrini. Il razzismo non si combatte reprimendo a forza quella che è una normale ostilità verso delinquenti e farabutti in genere. Il razzismo si può combattere solo mostrando al normale cittadino come le stesse regole implacabili che si applicano a lui -quante cartelle esattoriali arrivano nei campi nomadi?- valgano per chiunque risieda sul territorio nazionale. Dal momento che così non è per tutta una serie di ragioni, è normale che il cittadino italiano - così come il francese, il tedesco o l'australiano, sviluppi una fisiologica repulsione prima e odio poi, nei confronti di tutti coloro che pur essendo stranieri, spadroneggiano come invasori nel silenzio o col benestare delle ''autorità''. Finchè l'approccio al problema dell'immigrazione - ribadisco problema - sarà quello della Caritas, di Famiglia Cristiana e dei comunisti ricchi e annoiati, quel che ora è un diffusissimo ma generico sentimento xenofobo si trasformerà, con l'aggravarsi della crisi economica, in autentico razzismo. E allora che Dio abbia pietà di noi. Un saluto Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog