Cerca

L'INSICUREZZA NELLE FAMIGLIE

L’INSICUREZZA NELLE FAMIGLIE Un’altra insicurezza che preoccupa le famiglie sono le miriadi di piccoli e grandi furti che vengono commessi quotidianamente nelle case invadendo la loro sacra intimità, devastando il luogo in cui la famiglia dovrebbe trovare la sua più totale sicurezza e tranquillità. Penetrano nella tua sfera intima con una tale violenza e malvagità, da devastare psicologicamente la tua futura libertà e serenità. Con l’indulto e patteggiamenti vari, il governo della Repubblica Italiana non ha fatto altro che facilitare i ladri nel loro faticoso lavoro quotidiano, agevolandoli in tutti i modi. Sanno perfettamente che le leggi sono a loro favore, per cui possono delinquere tranquillamente. Qualora venissero beccati non finirebbero in gattabuia, se non per pochi giorni, cioè il tempo necessario per espletare alcune formalità. Ci sono stati casi in cui, questi delinquenti autorizzati, dopo pochi giorni di carcere si sono ripresentati davanti alle case dove avevano saccheggiato e malmenato i proprietari, beffeggiandoli ed incutendo ancora paura ed un indicibile terrore. Ma come si può pensare ed accettare che possa accadere una devastazione psicologica di questo genere, senza che nessuna autorità intervenga per porre fine a questa aberrante malvagità. E’ tremendamente umiliante e sconfortante pensare che non succederà niente, rimanendo in balia di problemi, che dovrebbero essere a carico dello Stato. Siamo tutti a conoscenza che ci sono in giro autentici assassini, che, carichi di droga ed alcol, con le loro macchine hanno falciato vite umane. Assassini che investono ed uccidono con scadenza quotidiana, cavandosela con sanzioni, alla stregua di avere ucciso la gallina del vicino. Pura follia, pura delinquenza politica. Oramai, la gente esce dal portone di casa con la speranza che strada facendo possa incontrare volti conosciuti, per arrivare a destinazione più rilassata. Ci sono zone cittadine in cui gli inquilini si mettono d’accordo tra di loro per affrontare assieme il cammino dei loro quotidiani impegni, con più tranquillità. Visto come stanno andando le cose, giustamente non ci si fida più di nessuno. Per proteggere la propria famiglia non ci si azzarda ad uscire di sera, e figuriamoci di notte, sapendo che la delinquenza comune ed organizzata sta pianificano i loro interventi di svuotamento case, non trascurando le attività commerciali ed industriali. Queste masnade di devastatori psicologici, oltre che della nostra libertà fisica e mentale si è appropriata anche della nostra serata, come succedeva al tempo del fascismo, valori per i quali i nostri padri e nonni combatterono fino alla morte. Stiamo ritornando al punto di partenza? Molti nostri disonorevoli politici non hanno questi nostri problemi, perché possono usufruire di una scorta, mentre alcuni di loro hanno anche il privilegio di averla a disposizione di notte, per vegliare sulla loro privilegiata famiglia. Ma non dovete meravigliarvi e farvi l’animo cattivo Italiani, perché, se ci riflettete bene, la scorta è un privilegio che hanno pure i mafiosi ed i faccendieri. Un motivo ci sarà pure no! Capitolo tratto dal libro, ERAVAMO FELICI E NON LO SAPEVAMO.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog