Cerca

In farmacia il freddo protegge i farmaci a tutela del consumatore

In merito all'articolo che riferisce i commenti di Rita Dalla Chiesa sull'aria condizionata in farmacia, apparso sabato 27 luglio a pagina 34, vorrei precisare che: "Quelle teste di cavolo che ti sparano addosso aria gelata pure se entri in farmacia" sono i farmacisti più corretti che rispettano la legge a tutela dei pazienti e consumatori. Tutti i farmaci devono sempre essere conservati al di sotto dei 30 gradi. Moltissimi al di sotto dei 25 gradi, tra cui l'aspirina effervescente, solo per citare uno dei più noti e diffusi. Il frigorifero a doppio scomparto serve per i farmaci da tenere sotto agli 8 gradi o sotto ai 15 gradi e non può contenere tutto, per quanto grande sia. E' un frigo e non la cella frigorifera di un macellaio. Il resto deve farlo il condizionatore della farmacia. E' ovvio che d'estate lo sbalzo tra 25 gradi e 30 o più si nota, ma c'è un motivo serissimo perché sia così. Chi è dunque la testa di cavolo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog