Cerca

Secondo i magistrati -La legge non è uguale per tutti

Il “fallimento” del Monte dei Paschi di Siena. Alcuni giorni fa uno dei P.M. delegato alle indagini ha rilasciato un’intervista televisiva ed ha detto: non ci sono persone indagate per aver preso tangenti. E’ notorio, dalla Procura della Repubblica erano uscite notizie che affermavano che nelle operazioni di compravendite c’erano state tangenti – se non ricordo male si parlava della banca spagnola- del resto per questo caso una persona si è suicidata e Mussari a.d. ha minacciato di farlo. Forse si vuole far intendere che la banca del Monte è arrivata sull’orlo del tracollo per colpa di nessuno, che nessuno ha approfittato di prendere soldi a scrocco? Che la banca si è svuotata per una magia? Le “donazioni sostanziose ” che i dirigenti della banca facevano alla “direzione del P.D.” come vanno lette? Del resto è notorio, solo nelle compravendite si possono creare tangenti, basta far lievitare il prezzo di vendita. C’è l’ex palazzo di Poste Italiane di Bologna in Piazza Minghetti, che è stato ceduto ad una società privata e successivamente rivenduto ad una banca con prezzo notevolmente lievitato che a prodotto una plusvalenza rilevante (circa la metà del valore d’acquisto iniziale). Un vero affare!!!!!!!! a danno della pubblica amministrazione. Secondi i magistrati la legge non è uguale per tutti, basta leggere sentenze emesse per lo stesso reato si riscontrano giudizi diversi, cito solo un ipotetico reato " il vaffa", ci sono tonnellate di sentenze di condanna e di assoluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog