Cerca

Quale riforma della giustizia ?

E' tempo che venga legiferata la riforma dell'istituto giudiziario italiano,non soltanto strutturale o carrieristico per i suoi componenti ,ma soprattutto morale. Non può essere accettata la condanna di un cittadino se altrettanto non ci sia la certezza della condanna civile e morale dei magistrati che sbagliano,come è accaduto nel caso del povero Tortora. Una società civile non può accettare la condanna di un "berlusconi" e al contempo accettare che magistrati responsabili della fine civile di un "tortora", pur senza volontà persecutoria, siano stati lasciati sereni e tranquilli a vivere la loro quotidianità. Per me è molto naturale che i componenti di un'entità sociale,qualsiasi essa sia,debbano rispondere alla Nazione dei loro eventuali errori come ogni cittadino, perché diversamente ,diverrebbe estremamente difficile difendere la Democrazia ,la Libertà e l'indipendenza di un Popolo !

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog